Il benessere al centro: quanto è sostenibile?

Sviluppo sostenibile

Avete già qualcosa in agenda per il 2030? Alcuni ci risponderanno di sì, parecchi ci diranno di no. La verità, però, è che abbiamo tutti un grande impegno.

Nella nostra agenda 2030 compare infatti non un solo obiettivo, ma una intera lista di risultati da raggiungere. Precisamente, parliamo dei 17 obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile indicati dalle Nazioni Unite per il miglioramento delle condizioni di vita, umane e naturali.

Salute, benessere, vita sulla terra

Già nel settembre 2015, i paesi dell’ONU hanno sottoscritto un accordo che punta al benessere globale. Il programma può essere letto non solo per singoli punti, ma anche per fasce piramidali. Sono diversi, infatti, gli aspetti di vita coinvolti.

People

Alla base della piramide di lavoro sostenibile per l’agenda 2030, compare naturalmente l’esistenza delle persone. Viene suddivisa in dieci singole aree d’azione e promozione:

  • sconfiggere la povertà
  • sconfiggere la fame
  • salute e benessere
  • istruzione di qualità
  • parità di genere
  • acqua pulita e servizi igienico-sanitari
  • energia pulita e accessibile
  • lavoro dignitoso e crescita economica
  • imprese, innovazione e infrastrutture
  • ridurre le disuguaglianze
Nella natura

Ecological

La tutela del benessere ambientale si colloca invece subito al secondo livello. Le sue aree specifiche sono cinque:

  • città e comunità sostenibile
  • consumo e produzione responsabili
  • lotta contro il cambiamento climatico
  • vita sott’acqua
  • vita sulla terra

Spiritual

Infine, in cima alla piramide, troviamo la soddisfazione dei desideri etici e di condivisione del programma di sostenibilità:

  • pace, giustizia e istituzioni solide
  • partnership per gli obiettivi

In particolare, quest’ultimo punto riguarda la necessità di un circolo virtuoso tra istituzioni e società per innescare i progetti precedenti.

Leggiamo sul Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite:

Obiettivo 17: rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile.
Per avere successo, l’agenda per lo sviluppo sostenibile richiede partenariati tra governi, settore privato e società civile. Queste collaborazioni inclusive, costruite su principi e valori, su una visione comune e su obiettivi condivisi, che mettano al centro le persone e il pianeta, sono necessarie a livello globale, regionale, nazionale e locale.

Noi di Natura Insieme ci riconosciamo profondamente nel desiderio di benessere e condivisione. Abbiamo voluto offrirvi perciò qualche spunto informativo in più sulla parola chiave sostenibilità. Siamo convinti che il benessere della persona non possa prescindere dal rapporto con il suo ambiente, umano e naturale, e vogliamo dare il nostro contributo.

Continuate a seguirci. I nostri aggiornamenti non sono finiti!

Stare bene